Il passaporto dei tuoi baci salati. 12 Agosto 2015 – Posted in: Donne, Leandro., Luci, Me – Tags:

Ho guardato i tuoi occhi da straniera, la tua pelle liscia distesa sul letto delle mie voglie appena sbocciate. Le tue Winston erano finite e noi giocavamo a scambiarci le mie sigarette calpestate, i nostri sguardi da ladri di silenzi imbarazzanti.

Mi ripetivi le tue mete lontane per un’estate ancora da iniziare mentre io segnavo i giorni mancanti alla folla, che a Gallipoli andiamo proprio tutti e a me non dispiace: mangerò amici e acqua di mare, persone impanate di sabbia e curiosità. Che le distanze non mi hanno mai fatto male, che il sud forse mi aiuta.

Di ritorno vorrei chiederti qualcosa sui tuoi piedi piccoli, sulle mie spalle abbronzate. Mi insegnerai a dire addio anche nella tua lingua, che per ora è servita per baci lunghissimi e giochi che non diremo mai a nessuno.

 

https://www.youtube.com/watch?v=NywfD-LMTDg

« Le tue t-shirt da guerra.
Io, lei e il vento. »