L’autostrada della tua pelle. 5 settembre 2015 – Posted in: intermezzo – Tags: ,

Ho lasciato volar via i miei sguardi pieni di voglie, i tuoi baci affilati, le nostre imprese impossibili. 

Tu urlavi alle distanze mentre io cercavo soluzioni ai tuoi occhi disarmanti, al profumo che ancora non ho sentito dentro.

Stamattina Roma è un fiume in piena, mi ricorda noi: io che ti voglio, tu che mi vuoi.

« I pixel del nostro amore.
Tra i sedili, i tuoi occhi bellissimi. »