Toccarsi. 9 settembre 2015 – Posted in: Leandro. – Tags:

Scambieremo i difetti mentre ci penseremo a giorni alterni, mentre Roma continuerà a mutare lasciando che il freddo entri dalle nostre finestre dimenticate aperte.

Io ti dirò che non sento dolore, che i tuoi orgasmi arriveranno un giorno insieme agli sguardi sinceri, alle verità che continuiamo a regalare a tutti, tranne che a noi.

Tu sorridendo mi lascerai dormire disegnando, poi, capriole sulle pareti dei miei desideri, su questa voglia di toccarti che proprio non riesco a far sparire.

« Le onde del tuo sudore.
Le onde sulla tua schiena. »