Nemmeno un grammo di neve. 31 ottobre 2015 – Posted in: Leandro. – Tags:

Ho contato i chilometri che mi separano da ogni tuo sorriso incerto.

I tramonti di Roma schiacciavano le nostre irrisolvibili distanze.

Ed io cadevo, come cala la notte, in silenzio sulle nostre incertezze.

« Deviazioni.
Il peso del tuo niente. »