A dirci chi siamo 30 luglio 2016 – Posted in: Me – Tags:

Ho girato in tondo sulle mie parole, sulle nostre promesse indigeste, sulle notti passate a scambiarci la pelle e gli odori.

Ho cercato un punto d’unione tra i miei occhi ed il tuo battito impazzito, un buon rifiuto alle tue mani che come dighe mi accoglievano sempre.

Ho imparato, infine, ad accontentarmi delle tue briciole, delle attese, dei salti mortali emotivi che accompagnano sempre il nostri inutili tentativi.

« Il sale, la sete, tu.
Confini »