Anestesia 16 Nov 2016 – Posted in: Briciole di

Porteremo a spasso la rabbia, asporteremo i dolori, le distanze impossibili, i tuoi giorni peggiori. Giocheremo con i ricordi, con i tuoi maglioni enormi, le tue mani fredde, i nostri profili migliori.

E non basterà godere forte nelle notti folli, i cento all’ora in tangenziale, i semafori rossi da poter bruciare. Non basteranno i sorrisi, gli abbracci scaduti, gli amori usurati.

E Roma diventerà gelida, noi inizieremo a non sentire l’eco dei nostri richiami, di questa voglia di aversi che ormai è svanita come l’eclissi d’estate, come la luna che enorme esplode sui nostri orgasmi svenduti, tra le tue cosce, sui miei tentativi falliti.

« Scaldarsi.
Strade in salita. »