Caro Diario E Amori al Confine 22 Luglio 2020 – Posted in: Briciole di

Da giorni non faccio che pensare a Nanni Moretti che nel film “Caro Diario” gira per mezza Roma e per le sue periferie misurando la vita che gli rimane, sparando pensieri tra un semaforo e l’altro mentre balla guidando senza mani.

I social non sono poi così diversi dalle periferie, non sono diversi dalle isole eolie dove Moretti cerca disperatamente l’equilibrio che non ha trovando in ognuna una diversa cultura, né sono diversi dai medici disperatamente chiusi in camere stagne emotive mentre gli annunciano di avere un tumore.

Mi viene in mente che in un’isola si entra e si esce, come nelle culture, come nei quartieri di Roma divisi da tangenziali e da ponti bellissimi. Divisi tutti da confini che attraversiamo quotidianamente, a votle senza nemmeno accorgercene.

Forse la poesia è proprio al confine, tra i confini.

Ho sempre amato il concetto di confine, uno dei miei libri si chiama proprio così, “Amori al Confine”.

Ovviamente tutti questi pensieri hanno un motivo che io conosco bene: domani sarò ospite di un evento dedicato alla poesia, alle periferie e ai social. Ammetto che la partecipazione a questo talk è voluta e desiderata da tempo perché per anni ho attraversato la scrittura e le emozioni in maniera limitata, senza viverle a pieno. Ma sto recuperando.

Domani dalle 18 sarò a @industriefluviali insieme ad invitati stra stra bravi come il @movimentoemancipazionepoesia , @erpinto_ e @cinquantuno51

E a condurre ci sarà @journ.ale di @artwave_ital quale devo l’invito.

Se volete, il libricino “amori al confine” lo trovate qui:

https://www.nemusloren.it/wp-content/uploads/2015/02/Amori-al-confine.pdf

« July 26, 2020 at 07:09PM
July 18, 2020 at 03:44PM »