Cart 0

Promozione 2×1

Si, avete letto bene: da oggi fino a Natale ad ogni acquisto di Pochi giorni insieme vi aggiungo a mie spese un libro. L’offerta la trovate cliccando qui:  https://bit.ly/pochi-giorni-insieme

Continue reading

Avrei voluto.

Scambieremo i sogni e le storie questi diari segreti che diventano armi affilate colpi al cuore nelle lotte quotidiane di questo amore infinito.

Continue reading

Esplosioni (interiori).

Volerti era come esplodere dentro. E farsi male, malissimo.   *Ho guardato allo specchio il mio desiderio, ho trovato l’eco dei miei pensieri, le parole che non ti ho detto mai. Ho pensato che volerti è come un gioco solitario, come il vento sulla spiaggia deserta che crea dune bellissime dietro le quali nascondersi, fare l’amore, dirsi i segreti. E su questa spiaggia di voglie io continuo a camminare, continuo a cercare, ed il mare…

Continue reading

Se fossi più vicina.

Volersi è uno scontro con le nostre distanze. *Ti ho guardata da lontana, come un miraggio, sentendo dentro i terremoti emotivi di chi ha perso qualcosa – di chi non può più restare. E volerti era come andare alla deriva, come guardare il litorale d’inverno senza potersi lanciare, senza potersi neanche scoprire. Passerò la notte a chiedermi dove sei, a ripercorrere le nostre ultime parole spente, le distanze, le esplosioni enormi di cui siamo sempre stati…

Continue reading

Triangoli

Con questo vento anche i miei baci volano via. Ho pensato al tuo sorriso leggero, a Roma scossa dal vento forte che raffredda i cuori e le ossa. Alla grandine, alle mie paure di restare solo. Tu mi parlavi dei triangoli, delle confusioni emotive, del tuo ragazzo che ignora le nostre parole lunghissime, questi baci sbiaditi, ormai scaduti, che volano via insieme al vento, che sento scivolare dalle mie mani come i tuoi ricci neri, come il…

Continue reading

Confusioni.

Il nostro amore è lo specchio della mia confusione.   Ho pensato che le nostre parole sono la terra dove abitiamo, il letto dove andremo a  dormire. E il nostro amore non è che un movimento nello stomaco, che sale deciso e mitiga i pensieri, le voglie, i desideri di averti. Ho pensato che amarti è come guardarmi dentro, sentire l’eco delle mie grida, le maree nelle conchiglie della mia anima impenetrabile: e allora amarti…

Continue reading

Amare è

Ti penserò forte nei miei giorni capovolti.   *Ho pensato che l’amore non è facile da capire, da descriverlo. Ma che esplode, a volte, nei giorni peggiori: quando tutto sembra fregarsene e nemmeno il sonno arriva per dar pace alle emozioni, lì, in quel momento, esplode un pensiero e rimette tutto al suo posto. E allora amarsi è pensarsi forte, pensarsi tanto, anche a distanza, anche nelle assenze. E’ così, deve essere così, forse è anche…

Continue reading