Cart 0

Sei uno quarcio.

Tu mi dicevi di smetterla di farmi male, di arrivare a sera stanco e triste per poi sciogliermi solo prima per fare l’amore. Ti ricordi della mia moto lenta? e di tutte le buche che abbiamo preso quel giorno a Roma mentre giravamo in tondo in cerca di un parcheggio dove poterci baciare lontano da ogni sguardo indiscreto?Non ero l’amore della tua vita e non lo sono mai stato, ero per te un passatempo felice…

Continue reading

Fiori appassiti

Dici sempre che il mio odore viene via con te, che te lo porti addosso fino al ritorno a casa. Ma mi immagino come un giardino incolto, con te che passi a guardare le erbacce affamate. Ed ho capito che siamo solo un amore appassito, bruciato dal sole della nostra passione.

Continue reading

Vestita di niente

Che bella che sei, vestita di niente, mentre ti guardo dormirmi accanto. Chissà cosa faresti sapendo la merda che ho dentro. Chissà se domani sarò il tuo primo pensiero felice

Continue reading

Sei un vento freddo

Per salvarmi da te ho usato corpi alcolici ed abbuffate quotidiane. E se sei un vento gelido tra i miei illusi pensieri, con le parole farò una coperta per ripararmo da te.

Continue reading

Capanne troppo grandi

Ho pensato che aspettarti è un po’ come aspettare me stesso. Che tra me e te c’è un cratere enorme di pensieri non detti e baci posticipati. E che forse non costruiamo altro che capanne troppo grandi per questo decadente amore.

Continue reading

Mercato dei corpi

Ho cercato quotidiane distrazioni dalla spirale di ricordi. Al mercato dei corpi non c’è distrazione che mi allontani da te. Sei un fiume in piena tra i miei impegni quotidiani.

Continue reading

Un letto di paure

Ti ho tenuta per mano non so quante ore, la notte era la culla di ogni mia paura. Tu respiravi forte ogni mio pensiero perduto, ogni mia emozione mozzata. Io per non affogare ho fatto il gioco delle verità anche se non è bastato vuotare le tasche per tenerti vicino.

Continue reading

Le tue onde

Oggi ho ricordato le nostre domeniche mansuete e tutti quei discorsi sentimentali che facevamo tornando dal mare. Nei tuoi occhi luminosi ho sempre trovato una calma apparente, una celebrazione esemplare del fascino del mare. E mai non ti ho detto abbastanza che era tutto dolcissimo nei nostri giorni abbronzati, col mare di sfondo ed i capelli sempre bagnati.

Continue reading

Tenersi compagnia

Sarebbe bello tenersi compagnia, stare vicino nelle sere infinite mentre i pensieri pericolosi si moltiplicano tra i palazzi annoiati. Io ti parlerei delle mie cadute rivoluzionarie, di questa guerra intensa tra le mie voglie malcontente. Tu mi faresti ridere mentre i tuoi cantanti dimenticati accarezzano i nostri corpi insicuri e spaesati

Continue reading