Cart 0
Continue reading...

Resta qui.

Ho pensato alle assenze, alle mancanze enormi che sento forte nei giorni migliori. Ed ho capito che il dolore è una forma insolita di nostalgia, un modo diverso per non andar via. Ed ora tutto è chiaro, persino Roma è una cura docile e lenta che potente mi inonda le vene, che bella devasta i rimpianti e le malinconie.

Continue reading
Continue reading...

Ombre oscene.

Hai stretto forte le mie parole vuote, questi sorrisi intoccabili come la rabbia che portiamo dentro. Urlato contro i nostro corpi in fibrillazione, contro i comodini pieni di segrete aspirazioni. Poi ho acceso la luce e con le ombre abbiamo fatto una casa da smantellare piano, lentamente, con la fame che non ci ha mai lasciati andare.

Continue reading
Continue reading...

I tuoi amori estivi.

Correrò forte sui tuoi confini, sulle menzogne che spacciamo pur di riuscire a dormire. Amerò la tua pelle che come diga tiene i pianti e le urla di questo abbandono infinito. E odierò forte le tue nuove distanze, i tuoi denti bianchi, questi fottuti amori estivi.

Continue reading
Continue reading...

Come natura vuole.

Scivolerei sul tuo collo stanco, tra i tuoi esami impellenti che dividono i nostri corpi caldi, le nostre voglie in partenza. E i miei nei non riusciranno a confondersi coi tuoi, a lasciarsi andare alle tue mani fredde, ai miei capelli in perdita.

Continue reading
Continue reading...

Un mare di ricordi.

Catalogherò i ricordi cercando di conservare i dettagli della tua bellezza, di quel sorriso che lasciavi crescere sul mio viso stanco come la maree a Palermo, come il sole che continua a urlare a squarciagola cercando invano di svegliarci dal sonno di una notte di sesso.

Continue reading
Continue reading...

I nostri baci capovolti.

Nelle tue corse affannate ti ho immaginata voltarti, dirmi di voler restare. Sarebbe stato bello spiegarti le mie capriole, i compleanni che mi rifiuto di festeggiare. Ma l’autunno è alle porte ed io ho paura: andrai via prima che ti chieda di non andare?

Continue reading