Warning: Use of undefined constant REQUEST_URI - assumed 'REQUEST_URI' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/customer/www/nemusloren.it/public_html/wp-content/themes/aurum-child/functions.php on line 73
adieu Archives - Nemus Loren
Cart 0

Non dirlo a nessuno che è arrivato il circo.

Non dirlo a nessuno di quei giorni silenzioso persi a strisciare tra le nuvole e le gocce di pioggia, tra le strade di una sterile città piena di ombre che vagano senza sosta, eccentriche persone che si scontrano uno contro l'altra fino al mattino per poi ricominciare. E ancora, ancora, ancora. Soffochi i pensieri cancellando per sempre emozioni che nemmeno ricordi, trovandone poi la lapide nel cuore e un senso di amarezza ti assale per…

Continue reading

Mi abituerò

Immergerò lentamente la testa in acqua e chiuderò gli occhi lasciandomi prendere dall'abbraccio gelido di questa vasca illuminata dalla fioca luce di tre candele che vivono per me mentre io mi avvicino alla fine di questo dolore che verrà lavato via finalmente e con lui ogni mio pensiero che mi tartassa e mi lascia in gabbia tra le mura della mia mente tra le sbarre della mia solitudine. Mi abituerò a non pensare troppo e…

Continue reading

Spiega tu alla luna

Spiega tu alla luna che si attende ancora un nuovo giorno, dille di andare, questa notte prima o poi deve finire. Parlale di queste tenebre cadute da tempo sulle mie spalle, della fatica di respirare e delle stelle che tardano a sparire. Si tinse di nero il sole quel giorno d'inverno, senza pena per chi, come me, chiedeva solo un raggio di sole per non appassire. Il buio a lungo ha cullato lacrime ormai invecchiate,…

Continue reading

Il lungo addio…

E si lasciarono i due amanti, e si divise il mondo intero. Non si lasciarono per davvero, ma nel cuore non v’era centimetro che non piangesse per quella distanza appena creata. Due cuori, uno lo stampo dell’altro. I loro corpi erano come curve perfette, linee che combaciavano l’una con l’antra. Rientranza con sporgenza, insieme, formavano parole. Mille e mille parole. Amore. Un giorno di addio vien sempre. Lo si sa fin dalla nascita che, un…

Continue reading

Estate…

Perchè se è estate pensi di conquistare il mondo, pensi che di tempo davanti a te ne hai fin troppo, pensi che prima o poi quello che devi fare lo farai, pensi quando e come ti pare, senza fretta nè obblighi. Perchè ti senti forte, più bello e abbronzato, più nuovo, forse migliore… Forse… E credi per davvero che riuscirai a fare quello che hai sempre voluto, credi davvero di voler dire o fare quello…

Continue reading

… una canzone…

L’attesa non fa altro che scavare, lenta e dolorosa. Attimo dopo attimo tra queste note e queste lettere io cerco di ricominciare a sognare. Può esistere un sogno senza te? E’ piu che evidente ormai una risposta… Vorrei tanto tornare indietro, dove il cuore si spezzò una volta… vorrei tanto tornare da quel bambino. Vorrei tanto respirare quell’aria di casa, quel freddo dal sapore dolce… La voglia di andare a scuola la mattina… Guardarlo mentre…

Continue reading

…tu non sai.

Tu, amico che non ci sei, non sai chi sono io. Dici che il denaro mi fa credere superiore, che l’auto mi fa credere migliore, che un giubbotto o un paio di scarpe mi rendono diverso. Ma tu non sai chi sono Veramente.   Avrò qualche oggetto in più forse, ma cosa sono gli oggetti paragonati agli affetti? E ai ricordi? E agli amici?   Tu sei la dimostrazione che ho pochi amici veri, tu…

Continue reading

…la strada che non c’è

…questa musica, la senti? Eppure è qui… nell’aria, la percepisco. Come fai a non sentirla? Mi ronza nelle orecchie… è qui… Mi sussurra cose che non tu non puoi sentire. Mi accudisce. Poi smette di suonare.. e cade il silenzio. Come cade la notte. Come cade un corpo… dopo la morte. Qui le cose vanno bene, quando più e quando meno, trovo sempre il modo per andare avanti. Ci si arrangia in qualche modo… a…

Continue reading