La lava per rossetto.

Ho giocato con le tue paure enormi, i nostri baci esplosi tra i vagoni di una metro bloccata, infestata di pensieri terribili. Ma il colore della tua pelle splendeva mentre Roma mischiava i suoi colori nel mio oblò preso in affitto, dalla mia camera in costruzione. E mi dicevi che il nostro amore non sarebbe finito, al massimo esploso come il vulcano della tua terra stupenda in cui non sono mai stato.

Continue reading