Cart 0

Piove…

Piove che Dio la manda, piove sui miei capelli e sul tuo sorriso, su quegli occhi che fanno da specchio a questo cielo nero. Piove, e sai quanto mi piace. Piove, sia fuori che dentro me.

Continue reading

Chiudere tutto, per partire

C'e' chi va e chi viene,c'e' chi vuole e chi da. Qui i treni partono per non tornare, le persone piangono per non parlare.Sono tutti completamente pazzi quando si tratta di viaggiare, ed e' questo che mi piace.E poi penso al perche' del viaggio, tipo quel signore li'.Cammina da dieci minuti avanti e dietro come se aspettasse chissa' chi, ma nessuno arriva. Chissa' se entrera' mai in quel fottuto treno. Non si dovrebbe mai viaggiare…

Continue reading

Ci sono persone.

Spensieratezza da lontananza, diceva sorridendo quando mi vedeva arrivare.Ed un pò aveva ragione.La vita ha tanti di quei volti che bisogna solo gioire quando te ne mostra di belli.E tutto era bello per me purchè lontano da quel posto. Lui lo sapeva, un pò tutti lo sapevano a dire il vero.Ma lui lo sapeva prima che glielo dicessi, forse lo ha sempre saputo… forse me lo ha letto dentro. E c'era di tutto in quegli…

Continue reading

jasmin

Vorrei portare negli occhi storie di bellissimi mondi così da avvicinarti con un sol sguardo. Vorrei avere sulla pelle le parole di mille pensieri che nn ho detto, sul viso cicatrici di risate ormai andate. Voglio persone da raccontare, a me stesso e a te che sei qui con gli occhi puntati. Vedi jasmin? Mi basta solo pensarti per impazzire di vita. Solo pensarti… Pensa se potessi averti che bello sarebbe scalare le vette del…

Continue reading

Taglia.

Mi sono avvicinata allo specchio, ero sicura di quel che faceva.La lama è fredda, più del solito.Un solo sguardo, lory, un solo sguardo e poi lo farai.Si, questa volta lo dovrai fare. Eppure non sono mai stata brava a punirmi. Per una volta devi essere coraggiosa, un taglio, uno solo, e poi tutto sarà più facile.Non devi farti prendere dal panico dopo aver iniziato, poi potrai solo finire. Me ne pentirò, lo so. L'importante è…

Continue reading

I topi nel cuore (Storia di una malattia)

E’ stata una lenta discesa.Lo ha preso giovane,quando meno se lo aspettava.Tra una donna ed un film,è arrivata.La sua malattia.   E’ un morbo che entra lento,senza farsi sentire,ti lascia l’amaro in bocca e un leggero brusio nelle orecchie.Non si può lasciarlo fare,è come i topi in casa.Sembrano non esserci,ma ci sono.Sembrano solo rosicchiare,ma divorano. mmDivorano tutto, sedie, cavi, tubi, scatole di fiocchi d’avena e libri.Se non te ne accorgi in tempo ti ritrovi con…

Continue reading

Il limbo…

  Lui era lì all’ingresso che la osservava danzare,goffo ed enorme si appoggiava alla porta.Lei chiudeva gli occhi, si lasciava al salto per quell’istante di volo.Il nastro rosa che svolazzava attaccato ai capelli.   In un’altra vita si sarebbero amati, lo sapevano entrambi.Ma basta sperare, è tempo sospiri mio pianista in pensione.   “E’ semplicemente un limbo, tutto lo è.E’ un limbo vederla ogni giorno,ogni maledetto giorno,ballare le mie note,toccare con le mie tozze mani…

Continue reading

Credere a volte basta…

Girava per la città con aria disinvolta, l'aria di chi conosce ogni passo.Arrotolava del tabacco in una vecchia cartina, guardava poco la strada.Se ne fregava del traffico e delle strisce pedonali, c'era nato tra quei palazzi e conosceva bene i rumori del pericolo.Gli importava poco di strane persone, ne aveva viste troppe.Camminava, senza una meta nè un senso al suo cercare tra le vetrine.Camminava in un mondo familiare, tra volti sconosciuti."Fiato su fiato, questa è…

Continue reading

E rimase sola…

    C’è la notte buia e fredda lì fuori, c’è il vento che scarica i suoi fervori, donne nei propri letti pensano chissà a cosa, e quei baci dimenticati, la danza contagiosa. C’è un dolore che non vuole andare, ed il cuore vuole inchiodare, gocce di sudore sulla tua pelle, illuminate un tempo dalle stelle.   Non c’è scusa che tenga davanti a quei tasti d’avorio, non c’è scusa che tenga davanti alla voce…

Continue reading

Lacrime su tela

  Poggio il cavalletto sulla sabbia. Prese la tela dalla borsa di pelle e la fissò bene. Prese il pennello e lo strinse fra le mani. Tirò un sospiro guardando il tramonto e le sagome di due amanti. Poi guardò la tela. Poi guardò la tela. Poi guardò la tela. e pianse.     Lacrime di un amore perduto Lacrime per amore mai avuto Lacrime per un uomo caduto Lacrime per un vecchio cocciuto Lacrime…

Continue reading