I rassegnati.

Tornerò a casa con il peso di giorni andati male, stanco di quest’aria densa e della città che mi preme e spreme fino a non poterne più. Passerò davanti ai tuoi occhi e andrò a dormire mentre tu seguendomi sorriderai – perché sorridi sempre, lo sai. Tra i cuscini gireremo i volti fino a rotolare le smorfie e trovare piacere nel dormire e nel riposare, in abbracci infiniti che danno solo calore. Ma ora scusami,…

Continue reading