Riciclo di rapporti.

Cancelleremo i nostri nomi dalle facciate dei palazzi, dai diari segreti, da queste insegne virtuali immensamente invadenti: ti avevo letto le carte, anni fa, trovandoci dentro il dolore di mille vite, la bellezza che nessuno mai ha potuto vedere. Ora disegno i tuoi occhi su fogli volanti, invento nomi che non riempiranno mai la mia bocca, cerco profumi di cui non ricordo il nome e che forse mai sentirò più. Il mio nuovo indirizzo non…

Continue reading